Quando le toolbars diventano una minaccia

Quando le toolbars diventano una minaccia

Sarà esperienza comune a tutti, quando si installano nuovi programmi e non si pone particolare attenzione ai quesiti che vengono proposti durante il setup, o quando installazno applicazioni di dubbia provenienza sul proprio pc,  capita di frequente che i vari browser finiscano per riempirsi di toolbars.

Le toolbars rappresentano quindi, oltre ad un fastidio, riducendo lo spazio visibile sulla pagina web e causando un inevitabile calo di prestazioni del vostro computer, (dovuto ad un aumento di utilizzo della ram, che deve tenere aperte molte applicazioni in contemporanea) anche un effettivo rischio legato alla sicurezza dei vostri dati.ralmente Internet Explorer e Firefox, Google Chrome) si riempiano di barre degli strumenti e plugin solitamente inutili o, addirittura, nocivi (in grado di sottrarre le informazioni digitate nei moduli online, tenere traccia dell’elenco dei siti web visitati, delle operazioni eseguite e così via).

Quello che si può fare in questi casi è scaricare un buon software Anti-Malware.  (nella nostra pagina “raccolta Software” è possibile scaricare ed insallare il software Malwarebytes’ Anti-Malware, software che riesce a rilevare e rimuovere gran parte delle infezioni.

Se il problema persiste, allora esiste un altro buon software per provare a liberarsi del problema.

Il software in questione si chiama Toolbar Cleaner, distribuito in versione gratuita, è in grado di controllare la presenza delle toolbar in Internet Explorer, Firefox e Chrome ed Edge, procedendo alla rimozione automatica delle toolbars.

Vi sono un paio di aspetti da tener presente installando questo software:

1)Toolbar Cleaner,come ultimo passo della procedura d’installazione, il programma propone il caricamento di una sua barra degli strumenti presentata come “Anti-phishing Domain Advisor“, non è una barra nociva, ma se lo scopo è quello di liberarci delle toolbars, questa ultima scelta va in netta controtendenza con gli scopi del software stsso.

2)Con una seconda spunta vi propone di settare come predefinita una “Start Page” predefinita dal programma al posto di quella che voi avete scelto e che utilizzate comunemente.

Fatto salvo quindi per le due caselle della schermata finale, che vi consiglio spassionatamente di non settare, (per le ragioni che vi ho appena raccontato)vi consiglio di utilizzare entrambi questi software (che non sono un alternativa, ma uno strumento da affiancare ad un buon antivirus).

Se invece il problema continua ad assillarvi, o se non avete tempo o possibilità di intervenire sul problema, compila il form qua sotto per una veloce ed economica risoluzione del problema

I commenti sono chiusi